Tecnica e conoscenza

La cultura, senza distinzione tra saperi “umani” e tecnico-scientifici, è la nuova frontiera del socialismo.

La complessità crescente del mondo della produzione esige un livello di preparazione adeguato nei lavoratori, tanto più che l’evoluzione tecnologica, orientata verso l’automazione totale e l’uso dell’intelligenza artificiale, tende a eliminare gradualmente le forme di lavoro non qualificato.

Gli istituti di istruzione, dalla scuola dell’obbligo alle università, dovranno farsi carico di una doppia missione: la formazione dei lavoratori, che dovranno essere dotati di competenze e cognizioni decisamente più specialistiche che in passato, e quella dei cittadini, per dare all’uomo del futuro, che è già presente, un doppio livello di consapevolezza.

Imprescindibili, in tal senso, la formazione continua e l’aggiornamento.

Leave a Reply

Your email address will not be published.